Covid-19, attenti alle due fasi dell’infezione
Covid-19 attenti alle due fasi de infezione
Agenda Digitale

Un problema con COVID-19 è che la malattia può svilupparsi in due fasi . All’inizio, i pazienti si sentono deboli, ad esempio con sintomi simil-influenzali e una nota perdita del gusto . Poi si sentono meglio per un momento , ma in quel momento la polmonite si sta sviluppando nel corpo .

Allora ti senti male e spesso hai una febbre alta, ma di solito non c’è mancanza di respiro. Anche se possiamo già vedere cambiamenti infiammatori nei polmoni alla TC “, afferma lo specialista Jens Geiseler della Società tedesca di pneumologia e medicina respiratoria. Questo è un problema perché è proprio questa mancanza di respiro che altrimenti indurrebbe i pazienti a vedere un medico.

In tal caso, tuttavia, potrebbe essere che i segni non vengano riconosciuti o che inizialmente non vengano presi sul serio . Che può avere conseguenze fatali se l’infezione continua non trattata. Perché può causare gravi danni ai polmoni .

Al fine di prevenire esattamente questo problema di infiammazione inosservata, è possibile leggere ripetutamente le raccomandazioni che le persone con COVID-19 potrebbero ottenere un pulsossimetro . Dovrebbero essere in grado di misurare la saturazione di ossigeno nel sangue e notare se questo valore scende drasticamente.

Lo pneumologo Geiseler lo vede in modo critico. I dispositivi per uso domestico , disponibili in farmacia o in drogheria, sono troppo imprecisi , soprattutto nei range inferiori, ma in questi casi rilevanti.

Covid-19 attenti alle due fasi de infezione

Sottolinea: “Non sono destinati a scopi medici, ma per il fitness “. Lo stesso vale per smartwatch e smartphone con questa funzione.

Inoltre, ci sono molti fattori che potrebbero distorcere una misurazione domestica : inclusa la posizione del braccio, le condizioni di illuminazione e le condizioni generali delle navi. Il che può portare a un valore molto più alto di quanto non sia in realtà – o viceversa.

Tuttavia, le preoccupazioni sui dispositivi non sono gli argomenti più importanti del medico: soprattutto, la saturazione di ossigeno non è un sintomo affidabile per una diagnosi precoce di corsi COVID-19 così pericolosi, sottolinea il capo pneumologo presso la Vest Clinic di Marl. “La cosiddetta pressione parziale dell’ossigeno può anche diminuire senza essere notata dalla saturazione di ossigeno dell’emoglobina nel corpo“.

In questi casi, la respirazione rapida può aumentare la saturazione anche se i polmoni non funzionano più come al solito.

Questo è esattamente il motivo per cui lo specialista ti consiglia di tenere d’occhio la tua frequenza respiratoria . “Per noi è il parametro molto più sensibile e migliore in questi casi.” In genere, respiri da 12 a 16 volte al minuto.

Consiglia alle persone che sono state infettate da Corona di rimanere vigili in ogni caso , soprattutto se i primi sintomi si sono attenuati dopo pochi giorni. Perché secondo le attuali conoscenze, l’infiammazione ai polmoni spesso inizia solo dal sesto al settimo giorno . “Quando ricomincia con una respirazione più veloce , vorrei chiarirlo.” Con i raggi X dei polmoni e le misurazioni dei gas nel sangue, gli specialisti potrebbero valutare il rischio e raccomandare trattamenti.

fonte@Web.de

You May Also Like

Cos’è un monopolio?

Tutti noi sappiamo bene che il costo di ogni bene e servizio…

Ayan: a 5 anni è un genio dell’informatica

Alcuni bambini sviluppano sin dalla più tenera età doti molto particolari. Alcuni…

Asilo politico, ecco di cosa si tratta

Anche se ci lamentiamo della nostra classe politica, dobbiamo essere sempre coscienti…

A’ livella, l’opera più bella e celebre di Totò

Totò è uno dei personaggi italiani più amati e conosciuti: nella sua…