Giocatori online, ecco cosa li caratterizza
giocatori online cosa li caratterizza
Agenda Digitale

Il gioco d’azzardo è ormai una realtà sempre più consolidata. A dimostrarlo sono dati e statistiche, che ne testimoniano il successo e la crescita a dir poco esponenziale. A fare da traino c’è, senza alcun dubbio, il mondo dell’online e del mobile.

Si è infatti entrati ufficialmente in una nuova fase, quello della tecnologia e della digitalizzazione. A dominare è il gioco tramite PC o devices mobile (smartphone e tablet). Va detto che in questo settore c’è sicuramente una grandissima differenza rispetto alle sale da gioco terrestri, anche se le procedure e le regole, nel complesso, sono le stesse. A cambiare però è la semplicità, la comodità, la rapidità e l’immediatezza. Ed è questo a rendere il tutto più affascinante e accattivante. Nella parte alta della classifica relativa alle preferenze degli utenti troviamo i casinò online, che rappresentano un mercato ampio e in continua e costante espansione. L’obiettivo è quello di ampliare il proprio numero di utenti, in primis tra quelli che ricercano intrattenimento e svago dalla routine quotidiana.

Ma qual è l’identikit del giocatore online? Si può soprattutto dire che si tratta di un utente abbastanza esperto che ha una buona dimestichezza con l’apertura e la chiusura di conti online e che non ha certo problemi nel creare un nuovo account, caratteristica utile e indispensabile. La fascia d’età va dai 25 ai 50 anni. Si tratta principalmente di studenti o liberi professionisti, che ricercano un momento di svago e di divertimento come evasione dalla routine quotidiana.

Giocatori online ecco cosa li caratterizza

Il giocatore ha una grande passione per la rete, dove passa molto tempo praticamente tutti i giorni. Non è un caso che non si dedichi solo all’azzardo, ma anche a i giochi di strategia e di ruolo. Insomma, molte volte capita di interagire con altre persone. Ed è qui che possono entrare in gioco fattori psico-sociologici, come emerge da una pubblicazione del sito specializzato in gambling online Gaming Report. Non vi è alcun dubbio innanzitutto sul fatto che, per diventare un giocatore online di successo, occorre diventare maestri del bluff. Furbizia, astuzia e scaltrezza: queste devono essere le principali caratteristiche e peculiarità. Ma non si può nemmeno dimenticare la capacità di gestione e la personalità, soprattutto quando ci si trova di fronte ad alti e bassi.

 

Ma c’è anche un altro aspetto che può contare nel gioco d’azzardo: il proprio percorso di studi. Ed ecco che la tanto odiata da molti statistica può tornare utile, per non dire fondamentale. A volte però può capitare di diventare dei veri e propri professionisti. E non è assolutamente vero che si può lavorare da qualsiasi luogo, in qualsiasi momento e in qualsiasi situazione. Questo accade anche perché le giurisdizioni possono modificare i regolamenti in pochissimo tempo. Ciò può portare, per esempio, a un aumento improvviso ed esorbitante della tassazione su un gioco. Questo può portare all’obbligatorietà del trasferimento in un altro Paese. È questo il caso dei giocatori di poker degli Stati Uniti, che hanno dovuto trasferirsi in Canada dopo il Black Friday, o dei giocatori francesi, che stanno lasciando il Paese a causa delle rigide modifiche normative.

 

Insomma, si tratta di una soluzione drastica, ma molto spesso necessaria. Tutto ciò fa capire che la vita del giocatore online è forse molto più complicata di quanto si possa pensare e immaginare. L’ennesima dimostrazione di quanto la tecnologia può diventare un’arma a doppio taglio? Un po’ sì, ma tutto, in fondo, dipende dall’uso (o dall’abuso) che se ne fa.

You May Also Like

Hate speech, mai sottovalutare la violenza verbale

Quando si sceglie di pubblicare qualcosa sulle piattaforme social si sa benissimo…

Chi sono le tre scimmiette sagge?

I più giovani le conoscono perché sono, tra le altre cose, emoticon…

Cos’è un monopolio?

In regime di libero mercato, chiunque può scegliere di vendere la propria…

Nokia è decisa a portare il 4G sulla Luna

La NASA prevede di tornare sulla Luna nel 2024 e intende farlo con…