donna

La Festa della Donna o la Giornata internazionale della donna, che attualmente si celebra l’8 marzo di ogni anno, è una ricorrenza che risale ai primi anni del 1900, un periodo di grande espansione e turbolenze del mondo industrializzato che ha visto la crescita e il boom della popolazione e l’aumento delle ideologie radicali. Ma vediamo come la celebrazione ha avuto origine ricorrendo le varie tappe storiche.

1908
Periodo di grande dibattito critico tra le donne. L’oppressione delle donne e la disuguaglianza ha stimolato le donne a diventare più attive nella campagna per il cambiamento. Poi, nel 1908, 15.000 donne hanno sfilato per New York chiedendo meno ore, una migliore retribuzione e dei diritti circa il voto.

1909
In accordo con una dichiarazione del Partito Socialista d’America, si celebra la prima Festa della donna nazionale (NWD), osservata in tutti gli Stati Uniti il 28 febbraio. Le donne da allora, hanno continuato a celebrare la NWD l’ultima domenica del mese di febbraio fino al 1913

1910
Nel 1910 ha luogo una seconda Conferenza internazionale delle donne, ma questa volta a Copenaghen. Una donna di nome a Clara Zetkin (Leader del ‘Ufficio delle donne’ per il Partito socialdemocratico in Germania) presentò l’idea di celebrare una Giornata internazionale della donna. Quindi, propose che ogni anno in ogni paese venisse osservata la celebrazione nello stesso giorno.  Alla conferenza parteciparono oltre 100 donne provenienti da 17 paesi, in rappresentanza dei sindacati, dei partiti socialisti, delle associazioni lavorative delle donne e la prima donna eletta al parlamento finlandese, che accolse il suggerimento della Zetkin e che con consenso unanime, diede vita alla festa internazionale della donna.

1911
In seguito alla decisione concordata a Copenaghen nel 1911, la Giornata Internazionale della Donna (IWD) venne celebrata  la prima volta in Austria, Danimarca, Germania e Svizzera il 19 marzo. Più di un milione di donne e uomini parteciparono ai raduni sui diritti delle donne al lavoro, al voto, all’istruzione e al ricoprire cariche pubbliche, nonché verso la fine della discriminazione.

1913-1914
Alla vigilia della prima guerra mondiale in una manifestazione per la pace, le donne russe osservarono la loro prima Giornata internazionale delle donne l’ultima domenica di febbraio del 1913. Nel 1913 a seguito di discussioni, la Giornata internazionale della donna venne posticipata all’8 marzo, data in cui ancora oggi si celebra la ricorrenza.