Come-truccare-gli-occhi-consigli-sui-colori

Come truccare gli occhi, consigli sui colori

Come truccare gli occhi, qualche consiglio utile sui colori.

Stavolta, quindi, dobbiamo occuparci degli occhi, dei nostri occhi. Non delle gambe, del lato “B” o dei seni, ma degli occhi. I quali stanno lì a guardare gli altri, e aspettano di essere guardati. Sì, perché gli occhi guardano e vogliono essere guardati.

Sfatiamo il luogo comune che gli uomini di una donna ammirino solo il corpo. Non è affatto vero. Il volto è una cosa importante, e, sul viso, il tratto di gran lunga più significativo è dato da quei piccoli giochi di luce che trasmettono carattere, sensazioni, vitalità, noia, assenza, intelligenza. Tutto concentrato in quel concentrato di simmetria, anomalie a parte, che vive una vita a sé, quasi separata dal resto della persona.

Come se quelle luci viaggiassero sa sole, fari accesi di una macchina nella notte; una macchina che viaggia pure senza benzina o senza motore, che brilla anche quando intorno a sé non c’è vita. Ne deriva che questo prodigio della natura non solo va preservato, ma va valorizzato il più possibile, per renderlo più presente, più vivido, o anche solamente più ambiguo, lieve principio di imperfezione.

Ma gli occhi stanno là, a parlare di se stessi e soprattutto di quello che sta loro intorno. Se ci mettiamo davanti a uno specchio, ne afferriamo la tridimensionalità: da un’immagine banale bidimensionale, guardandoli in profondità, e quindi guardando noi stessi, ne apprezziamo la voglia di scavare, di entrare in quell’infinito mondo dell’indefinito, come in una spirale senza fine.

E il navigar c’è dolce in questo mare. Quindi, occhio agli occhi. Raramente si sente lodare un naso o delle guance; qualche volta si lodano i capelli o le labbra; sovente si lodano gli occhi, il loro taglio, il loro colore, la loro profondità. Nel corpo di una persona, viva, sono un’aggiunta di vita, quasi una vita al quadrato. Armiamoci pertanto subito del materiale necessario.

Vale a dire, almeno un ombretto con un paio di tonalità di un medesimo colore, una più scura e una più chiara. Perciò armiamoci di una matita per gli occhi marrone o nera. E poi ancora procuriamoci un mascara volumizzante o incurvante, per conferire al tutto il tocco finale.

Come truccare gli occhi consigli sui colori

Teniamo presente il fatto importante che la tonalità da usare nel trucco dipende dal colore degli occhi. Azzeccare la tonalità vuol dire essere a metà dell’opera di una corretta valorizzazione degli occhi; sbagliare tonalità può voler dire un effetto nefasto sugli stessi. E di errori pacchiani in giro se ne vedono molti.

Per gli occhi marroni ci vogliono colori caldi. Sfumature ambrate, o viola, tinte cioccolato o simili. Aumentano il calore dello sguardo, che da freddo o neutro, può tramutarsi in intenso, significante. Bisogna quindi cercare do evitare le tinte intermedie.

Per occhi marrone-scuro o neri ci vogliono sfumature intense, come grigio-scuro, nero, blu, prugna, marrone bruciato. In questo caso i colori da evitare accuratamente sono sfumature troppo chiare o colori pastello, che tendono a risaltare il bianco dell’occhio e rendono lo sguardo più spento, meno interessante.

Gli occhi verdi sono decisamente fortunati, quanto a trucco; la policromia è il loro punto di forza. Per essi vanno bene sia tinte calde, come marrone – scuro, dorato, viola; sia quelli freddi, come blu, beige, grigio. Ma se proprio andiamo alla ricerca di qualcosa di più efficace, possiamo provare con le sfumature del viola, vale a dire lilla, prugna, viola acceso. In questo quadro, forse l’unico colore da evitare è l’azzurro, che difficilmente può far risaltare il verde degli occhi.

Infine, gli occhi decisamente chiari. Il colore che più si addice è probabilmente l’arancione. Per accendere di più il nostro sguardo, servono ombreggiature di un marrone dorato, oro, rosa pesca, rosa o anche color albicocca. Di contro, bisognerebbe evitare le tinte blu e verdi, che spegnerebbero il colore degli occhi.